Appunti sulla storia dello Spiritual

FavoriteLoadingAggiungi alla libreria

(253 download)Titolo: Appunti sulla storia dello Spiritual
Autore: AAV
Editore: Saint John Gospel Choir
Formato: PDF
Pagine: 76

Download PDF (482 download)

Solitamente nel mondo occidentale la musica viene utilizzata come supporto estetico con cui decorare una cerimonia particolarmente sgnificativa. In Africa, invece, non c’è praticamente evento sociale che non sia espresso con la musica e la danza. Uno dei traumi che gli schiavi dovettero subire negli Stati Uniti fu la proibizione di danzare durante i riti religiosi, cosa che appariva sconveniente ai Puritani inglesi. Diversamente dal mondo europeo, in cui la danza conosceva spazi e tempi ben definiti, in Africa sembrava che non avesse fine l’attività di danzare. A volte la danza serale si protraeva fino all’alba o fino al crollo per spossatezza dei danzatori. La più comune forma di danza veniva praticata in cerchio, antenata del “Ring Shout” degli schiavi neri americani. Uomini e donne si disponevano a cerchio e, uno alla volta, dava dimostrazione della propria abilità nel compiere gesti e movenze al centro del cerchio. La musica veniva realizzata con dei tamburi, mentre la gente batteva le mani. Da tutto ciò risulta chiaro come sia importante il ritmo nella musica africana.

VN:F [1.9.18_1163]
Giudizio: 8.0/10 (2 voti)
VN:F [1.9.18_1163]
Link funzionante? +2 (basato su 2 voti)
Appunti sulla storia dello Spiritual, 8.0 out of 10 based on 2 ratings