Barzellette

FavoriteLoadingAggiungi alla libreria

copertinaTitolo: Barzellette
Autore: Leila Baiardo
Editore: La Recherche (1553 download)
Formato: PDF
Pagine: 139

Download PDF (984 download)

Secondo le enciclopedie, la barzelletta è nata nella seconda metà del Quattrocento sotto forma di componimento volutamente popolare, in versi e in musica. Allora si chiamava anche frottola (termine che ha assunto poi il significato più generale di bugia o storia inventata) e venne in seguito coltivata da poeti dotti quali Poliziano, Lorenzo De
Medici, Luigi Pulci, Galeotto del Carretto e Francesco Galeotta. Di frottola in frottola è andata perdendo nel tempo ogni caratteristica poetica per diventare prosaicamente un raccontino capace di suscitare il riso attraverso situazioni, vere o immaginarie, di cui è possibile mettere in risalto qualche aspetto comico o ridicolo.
Non è facile dire perché certi risvolti di una storia muovano al riso. Che cos’è l’umorismo? Lo sanno in pochi. Alcuni studiosi, da Bergson a Pirandello, da Aristotele a Spencer, a Lacombe, Dugas e anche Freud, ne hanno dato spiegazioni in approfonditi saggi che includevano tutto,
teatro, letteratura, avvenimenti storici e casi umani. Tutto fuorché la barzelletta. E naturalmente hanno scoperto un mucchio di cose che io non sarei mai riuscita a scoprire e che non hanno alcuna attinenza con le mie elementari e insignificanti curiosità.
Io ho scoperto solo questo: che c’è gente che ride per delle fesserie immani e gente che non si degna di un sorriso neppure di fronte alla più comica delle situazioni.

VN:F [1.9.18_1163]
Giudizio: 0.0/10 (0 voti)
VN:F [1.9.18_1163]
Link funzionante? +1 (basato su 1 voto)